Presidio di Pd e Sel a favore dell’ospedale Il Partito Democratico tortonese, insieme a Sinistra e Libertà, ha tenuto un presidio per tenere alta l’attenzione sul tema della chiusura dell’ospedale cittadino.

02.02.2013 14:29

TORTONA – “L’ospedale di Tortona non deve essere sacrificato in nome dei tagli alla sanità” questa l’opinione di Alessandro Torlasco, segretario cittadino del Partito Democratico, opinione espressa pubblicamente durante il presidio di Pd e Sel che si è tenuto alle 18 davanti all’ingresso principale della struttura. Presenti, oltre Gianluca Bardone e Marco Picchi, consiglieri comunali, Claudia Deagatone e Federico Fornaro, entrambi candidati al parlamento per il Pd. Fornaro ha ricordato come “Si pensa a trasferire i servizi dimenticandosi dei tagli al trasporto pubblico e rendendo quindi impossibile a chi non dispone di mezzi propri di accedere alle cure”, la Deagatone, medico dell’ospedale, ha invece sottolineato “Si pensa che un ospedale sia un’entità a sé stante rispetto al territorio in cui risiede, ma strutture del genere non possono essere trattate come voci da spuntare da un bilancio.” Il presidio ha attirato una cinquantina di persone, principalmente tesserati dei due partiti, ma è già stato annunciato che questa potrebbe essere la prima di molte iniziative da parte del centrosinistra tortonese.