IPOCRISIA CORPORATIVA

07.10.2012 13:19

Prendiamo spunto da un articolo di “oggi cronaca” (e dalla quotidianità cittadina ) per "spezzare una lancia" a favore del Sindaco BERUTTI. La categoria dei Commercianti lo addita di “inefficienza deputata alla morte commerciale di Tortona”

Ebbene Tortona, da anni, ha i prezzi più alti della provincia e, nonostante sia “colonizzata” da realtà orientali le organizzazioni dei commercianti non fanno altro che puntare il dito su una persona che ha avuto il coraggio di “certificare” Tortona come entità turistica per cercare di dare opportunità alle realtà commerciali locali. Effettivamente Tortona negli anni ’70 e ’80 era meta preferita da tutti i vip mondiali per, afa, zanzare, paesaggi mozzafiato, tramonti, turismo archeologico, e quant’altro.

Il Sig. Sindaco in questa situazione cogente ha fatto sicuramente quanto in suo potere per i commercianti tortonesi che si sono dimostrati affetti da “immobilismo dinamico” in quanto dal punto di vista imprenditoriale non hanno fatto quasi niente (soprattutto per i prezzi e per le iniziative) e dal punto di vista dinamico “scaricano” la loro incapacità sul primo cittadino che, credo onestamente, gli abbia dato  strumenti per poter svolgere la loro metamorfosi da “bigotti da paese” a “imprenditori coscenti del periodo storico”

Volendo rincarare la dose i Commercianti tortonesi non hanno neanche una concorrenza alle porte come il RETAIL PARK e l’OUTLET di Serravalle, che invece hanno i colleghi Novesi, i quali in quanto a “dinamicità” sono un filino più presenti.

Purtroppo sui leader cadono sempre le responsabilità di propri collaboratori e in questo caso, degli assessorati competenti, ma probabilmente la storia, almeno quella recente non se la ricorda nessuno.

Craxi, alla luce dei politici attuali potremmo considerarlo ancora nella cerchia ristretta degli “statisti” pur essendo circondato da collaboratori di dubbie capacità; come Berlusconi che non potendolo annoverare nella tipologia classica degli statisti si è circondato da figure come Nicole Minetti, Denis Verdini, Er Batman, (solo per fare alcuni esempi) e non ultimo un consigliere regionale ( da 800.000 € a mandato) laureato a Tirana, peraltro con i soldi degli italiani.

Così il Sig. Sindaco di Tortona si è scelto i collaboratori che reputava consoni al ruolo da ricoprire e se ne assume le sue responsabilità, cosi come un Primario ospedaliero per quanto riguarda  denunce per fatti che, a volte a Lui non sono imputabili.

Probabilmente l’economia commerciale di Via Emilia e limitrofi è alla frutta (a parte piccole realtà reattive), ma non diamo sempre la colpa al Sindaco, Lui è sicuramente responsabile, ma le colpe sono forse imputabili alle scelte dei collaboratori e, di quelli che alle prime difficoltà lo hanno abbandonato e lo abbandoneranno per non pregiudicarsi avventure politiche future.

 

                                                                           S.E.L Tortona