"Benvenuta sinistra": i candidati di Sel alla Camera e al Senato

01.02.2013 08:45

ALESSANDRIA - A presentare i candidati del territorio per Sinistra Ecologia e Libertà alla Camera e al Senato c'era il presidente in Consiglio comunale Claudio Lombardi. Al suo fianco il capolista alla Camera, Fabio Lavagno, coordinatore regionale di Sel e la capolista al senato, torinese e membro della segreteria nazionale del partito, per i Diritti civili, Monica Cerruti.
"Ci presentiamo qui e alla gente come una lista di persone in carne ed ossa - ha esordito la candidata al Senato per il Piemonte - In queste elezioni lo strumento di contatto è la televisione e non la presenza fisica, ma per noi è importante il contatto con la gente". Ed è proprio con la popolazione che i candidati stanno costruendo la loro "agenda": l'Agenda 2.0, "dove stiamo raccogliendo tutte le problematiche che affliggono questa Regione e che non sono state gestite dal governatore Cota". A dimostrazione dell'importanza di "esserci" sul territorio il gruppo di candidati ieri mattina si è recato davanti all'ospedale di Valenza (dove sabato si terrà un presidio): per noi le tematiche importanti sono quelle che ci contraddistinguono anche nel nome (Sinistra, Ecologia e Libertà) - ha aggiunto Monica Cerruti - il lavoro, l'ecologia e l'ambiente e i diritti civili".
Per presentarsi è stata scelta la sala del Consiglio comunale: "l'anima della città", come è stata definita da Fabio Lavagno, capolista per la Camera. "Le liste di Sel hanno la volontà di porsi come specchio di buona politica, dove ad emergere sono le professionalità". Infatti secondo Lavagno "la politica deve ricominciare a rispondere ai cittadini altrimenti perderà credibilità, come sta avvenendo oggi". L'agire di Sel e dei suoi candidati è rivolto alla difesa dei diritti essenziali: ospedale e sanità, come Valenza e Ovada, ad esempio. "Questo è il nostro modo di fare politica" ha aggiunto Fabio Lavagno.
Nella lista al Senato a comparire in 20esima posizione c'è anche un nome "noto" del territorio alessandrino: Nuccio Lodato, presidente del Teatro Regionale Alessandrino. "Come si fa politica e come si sta in un partito? - chiede Lodato - Insieme, tutti uniti per un obiettivo". Questa è la filosofia alla base della visione politica del presidente del Tra. "Ed è anche la risposta che ho dato ai miei amici che mi hanno detto 'ma che te l'ha fatto fare, in quella posizione in lista!'". E ricorda l'identità di Sel: "un partito giovane...e anche uno dei più femminili, in termini di rappresentanti e candidati".
La speranza di Salvatore Di Carmelo, vicesindaco di Lu candidato nella lista per la Camera, è che ci sia la possibilità che "il centro sinistra possa prendere in mano le sorti di questo Paese", con l'obiettivo del "rilancio produttivo e l'attenzione non solo per le tematiche occupazionali - indispensabili - ma anche per le piccole e medie imprese e per il mondo artigiano". Ma il cavallo di battaglia di Di Carmelo, da oltre 12 anni, è la sanità: "in questa regione porto avanti da anni la battaglia contro il piano sanitario che porterà alla chiusura delle strutture ospedaliere territoriali. E Valenza fa da apri-porta". Si aggiungono alla lista Deborah Garbarino, dipendente Asl e dirigente sindacale Uil Fpl, Marco Casellato, consigliere comuanle a Morano Po e coordinatore Sel a Morano e Moreno Falco, Coordinatore del circolo di Sel di Tortona. "Benvenuta sinistra".