Chi siamo

Siamo persone diverse per età, per formazione e provenienza politica, consapevoli che la crisi della Sinistra, all’interno della crisi globale indotta dal neoliberismo, sta generando mostri pronti a divorare quel poco che resta dello stato di diritto, dello stato sociale, della costituzione.La crisi globale ha evidenziato che il mondo è a un bivio, può approdare a un insopportabile aumento dei poteri autoritari, antidemocratici e delle pulsioni razziste oppure rimettere in questione l’attuale modello di sviluppo: noi vogliamo promuovere l’unità della sinistra attorno ad un progetto politico di cambiamento del paese e di uscita dalla crisi basata sulla riconversione ecologica degli apparati produttivi e dei modelli di consumo senza i quali l’intero pianeta non ha futuro.Siamo convinti che l’Unità della Sinistra debba partire dal basso cercando sinergie ed obiettivi comuni, praticando nuovi linguaggi, nuove forme di conflitto per individuare obiettivi concreti di trasformazione. Vogliamo ricominciare a pensare ripartendo dalle nostre vite, dai disagi che direttamente viviamo, dal nostro desiderio, perché occorre anche ricostruire un ordine simbolico capace di contrastare l’egemonia culturale della destra.Vogliamo costruire una Sinistra appassionata, aperta al mondo del lavoro, ai giovani, alla società civile tutta.

Consideriamo l’antifascismo un imprescindibile valore fondativo della nostra Carta Costituzionale denunciando ogni uso strumentale della memoria che in questi ultimi dieci anni non ha risparmiato alcuna delle grandi questioni della nostra storia nazionale, dal Risorgimento al colonialismo, dal ventennio fascista alla Shoah e alla Resistenza: per queste ragioni abbiamo scelto SEL come gruppo politico di riferimento, ci siamo iscritti e abbiamo attivamente partecipato con nostre proposte alle fasi congressuali che hanno definito il nuovo soggetto politico.

Storia del progetto

Il 19 aprile del 2011, viene svolta l’assemblea costituente del circolo di Sinistra Ecologia e Libertà (S.E.L.) di Tortona, alla presenza del coordinatore regionale Fabio Lavagno, provinciale Domenico Priora e tesoriere della sede alessandrina Pierfranco Pallavicini. I presenti  proposero quale coordinatore comunale, il giovane tortonese Moreno Falco , votato poi all’unanimità dai circa 30 iscritti presenti in sala; per quanto riguarda il resto del coordinamento, furono eletti Stefano Prati tesoriere; Andrea Cagnoni, Silvana Forlini e Cristina Mininno consiglieri. “Si costituisce a Tortona una nuova forza politica – commentò il neo eletto alla massima carica del sodalizio – composta da persone valide, unite verso l’unico obiettivo del benessere e crescita della città a  tutela delle fasce più deboli. “Il nostro compito – concluse il consigliere Forlini – riconquistare la piazza che fino a pochi anni fa era della sinistra e che purtroppo è stata persa”. Nel febbraio del 2012, il coordinamento cittadino viene ampliato con l'ingresso di Mauro Angeleri, ex Assessore del Comune di Castelnuovo Scrivia.